O’CLOCK

O’CLOCK

O’CLOCK

O’CLOCK è un progetto di economia circolare che vuole coinvolgere i cittadini per chiudere la filiera dei rifiuti elettronici, per rendere efficace ed effettivo il recupero delle materie prime.

Da chi è formato il team, la vostra età?
Il team di O’Clock è formato da Davide Formenti, 23 anni, ingegnere chimico esperto di life cycle assessment e Luca Fiorenzola, 24 anni, ingegnere gestionale e dell’automazione appassionato di sostenibilità ambientale.

Descrivi in poche righe l’attività che svolgerete dopo aver impiantato l’impresa
La nostra attività si baserà sulla raccolta dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche RAEE, il loro stoccaggio e smistamento e la loro vendita alle aziende che si occupano del riciclo per ricavarne materiali di alto valore.

L’idea nasce da una passione personale o dalla prevalente sensazione che possa produrre business?
L’idea nasce dalla sensazione che possa produrre un business sia dalla passione per la sostenibilità, il riciclo dei materiali e l’economia circolare.

Chi è il tuo modello di imprenditore/imprenditrice… e perché?
Il nostro modello di imprenditore è Elon Musk poiché, oltre ad essere uomo di grande successo in ogni settore in cui decide di operare, studia i settori in cui investe mantenendo sempre un fil rouge sull’innovazione tecnologica e la sostenibilità.

A tuo parere l’ostacolo più alto per una nuova impresa qual è?
L’ostacolo più alto per una nuova impresa è reperire i fondi e venire a conoscenza di tutti i cavilli legali e burocratici esistenti, soprattutto per persone provenienti dal mondo dell’ingegneria.

Quali benefici in particolare avete ricevuto dal percorso di formazione intrapreso insieme a Nuove Idee Nuove Imprese?
Il percorso di formazione di Nuove Idee Nuove Imprese ci ha permesso di conoscere meglio il mondo delle startup e soprattutto ci ha insegnato molte cose nuove sotto il punto di vista della gestione aziendale, dello sviluppo della propria idea e nella stesura di un business plan, tutte competenze che sicuramente dovevamo raffinare.

Se tu avessi davanti un politico col potere di legiferare, quale provvedimento gli chiederesti con attuazione immediata?
Sicuramente chiederemmo che si torni ad avere un portale online per poter registrare la startup in maniera agile e veloce, senza troppa burocrazia. Inoltre, per noi è necessario che si semplifichino il più possibile tutte le procedure burocratiche e si possa sempre più interfacciarsi con le istituzioni in maniera digitale.

Sei convinto che la pandemia abbia solo creato danni o credi si siano anche aperte delle nuove opportunità?
No, sicuramente la pandemia ha creato anche nuove opportunità sia sociali che economiche.

La pandemia ha rimodulato la tua idea di impresa o è rimasta invariata?
La nostra idea di impresa è nata durante la pandemia. Potrà sembrare paradossale, ma per noi è stata fondamentale la flessibilità data della didattica a distanza e dal telelavoro. Abbiamo potuto ritagliarci il tempo necessario per poter lavorare al progetto, fare analisi, e mettere nero su bianco la nostra idea di business.

Vi siete posti il tema dell’impatto ambientale della vostra attività? Avete immaginato soluzioni per attenuarle?
La nostra attività ha proprio come fine la riduzione dell’impatto ambientale e la promozione di una forma di economia circolare. Proprio per questo semplicemente implementando la nostra idea riusciremmo a garantire una riduzione del nostro impatto sul pianeta recuperando materiali preziosi che andrebbero persi. Inoltre ci proponiamo di organizzare progetti di carbonoffsetting locali con i quali ridurre ancora di più la CO2 eventualmente emessa durante le nostre attività.

Condividi

Categorie

Archivi

Associazione

Corso d’Augusto, 62
47921 Rimini
C.F. 91164170408

Tel: 0541 709096
Cell: 335 8324522

E-mail: info@nuoveideenuoveimprese.it

Iscriviti alla newsletter